Una società di ingegneria tedesca ha costruito e programmato delle braccia robotiche, che ricordano molto i tentacoli dello scienziato pazzo, Doctor Octopus, in Spiderman. Le braccia sono state progettate per essere per essere più agili possibili, prendendo come esempio la proboscide dell’elefante. Il robot può imparare a riprodurre alcune posizioni attraverso un processo chiamato “goal babbling” (obiettivo balbettio), in cui ricorda piccoli cambiamenti nella pressione e nell’utilizzo dei suoi “muscoli” pneumatici.

New Scientist dice che questo tipo di approccio è simile al modo in cui i neonati imparano ad interagire con il mondo, attraverso processi di tentativi ed errori, e che può rapidamente apprendere come raccogliere gli elementi più disparati, da lampadine a noccioline, senza alcuna difficoltà.